Falsa partenza

Russia-Belgio
Kuzyaev, infortunatosi ieri, salta il Kazakistan. Al suo posto è stato chiamato Barinov. (Facebook Sbornaja Rossii)

Il Belgio fa valere la propria caratura e sconfigge la Russia nell’esordio delle qualificazioni a Euro 2020. Domenica, col Kazakistan, non sono ammesse distrazioni.

Tutto come previsto. Una sconfitta indolore che, però, obbliga la selezione di Cherchesov a non commettere alcun errore nelle gare decisamente più alla portata. A partire dalla trasferta di Nursultan, quando la Russia si troverà di fronte una nazionale in formissima, dopo il sorprendente 3-0 rifilato alla Scozia nella giornata di ieri. I cugini sembrano avere le carte in regola, soprattutto sfruttando il fattore campo, di sovvertire le gerarchie iniziali, che davano qualcosa in più a ciprioti e britannici. Un’eventuale vittoria russa nella seconda giornata stanerebbe la fiducia degli uomini di Bilek (il tecnico ceco è imbattuto, con due successi su due) ma qualora dovesse accadere il contrario diventerebbe arduo proferire pronostici su chi accompagnerà il Belgio alla fase finale della manifestazione.

Allo stadio Re Baldovino la Russia è scesa in campo in modo ordinato, lasciando spazio alla manovra avversaria senza però essere investita da tale pressione. L’errore di Courtois ha permesso, poi, di recuperare subito l’immediato svantaggio e di restare in partita praticamente fino alla fine. Senza però dare mai l’impressione di poter portare a casa un risultato positivo, perché l’organizzazione difensiva non è stata coadiuvata da una fluida transizione verso l’attacco, il reparto che attualmente rappresenta il punto debole della rosa. Quasi un controsenso, visti gli storici problemi che hanno coinvolto la retroguardia e che si sono acuiti negli ultimi mesi con i vari ritiri delle leggende Akinfeev, Ignashevich e dei fratelli Berezutskij. Ma la Russia fatica tantissimo ad essere incisiva là davanti: Dzyuba lotta, si dimena, ma le grandi squadre sembrano avere preso le contromisure adeguati a un tipo di gioco che rischia di essere diventato prevedibile. Inoltre, il centravanti dello Zenit non segna da quindici partite ufficiale, per un totale di più di 1300 minuti. Attaccanti puri non ce ne sono (Chalov ha bisogno di tempo) e sulla linea dei fantasisti mancano le idee e la freschezza necessaria. La probante sfida col Belgio potrebbe aver ingrossato più del dovuto le carenze offensive, ma è indiscutibile che esse esistano e che nel lungo termine debbano essere risolte.

Nonostante la sconfitta, ci sono state anche alcune note positive da segnalare. Dzhikja ha dimostrato che senza l’infortunio al ginocchio sarebbe stato titolare al Mondiale, mentre Nababkin ha fatto la sua onesta partita, sebbene l’augurio è che la sua convocazione sia una scelta isolata e dovuta dalle circostanze, proprio come per Zhirkov. Discreto anche l’esordio assoluto di Akhmetov, che non aveva un compito facile in cabina di regia ma ha tutte le carte in regola per conquistarsi un posto fisso nella rosa di questa nazionale cosmopolita. Ieri sera, infatti, nell’undici titolare c’erano due brasiliani (Guilherme, Fernandes), uno di origini georgiane (Dzhikja) e uno nato in Kirghizistan (appunto Akhmetov). Un vero e proprio schiaffo a Pogrebnyak, considerando che tra i vari papabili ci sono anche Ari, Neudstadter e Rausch.

La delegazione russa è decollata quest’oggi alla volta di Nursultan, in Kazakistan, dove non ha mai giocato nella sua storia. Una sfida (domenica ore 15) che si preannuncia, come detto, molto ostica: la Russia ha tutto da perdere e di fronte avrà una squadra agguerrita, caricata dal proprio pubblico. La sorpresa è dietro l’angolo, anzi, ha già assunto i connotati di un esito decisamente possibile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...