L’Arsenal Tula ha abbassato la saracinesca

Arsenal Tula
I giocatori dell’Arsenal Tula festeggiano il gol di Djordjevic (Facebook Arsenal Tula)

Nelle quattro partite disputate dopo la pausa invernale la compagine di Cherevchenko non ha subito alcun gol. E l’Europa, adesso, non è più così lontana.

A Tula sono pronti per il salto di qualità. Dopo alcuni anni di saliscendi nei quali l’Arsenal non riusciva a trovare una propria dimensione (troppo forte per la FNL, inadeguato, invece, per la massima serie) ora i cannonieri sono divenuti una realtà consolidata nel panorama calcistico nazionale. L’obiettivo, adesso, è quello di affermarsi anche a livello europeo.

Il successo ottenuto ieri sull’ostico campo del Krylya Sovetov, altra formazione in ottima forma, ha permesso ai ragazzi guidati da Cherevchenko di mettere ulteriore fieno in cascina per una tranquilla salvezza ma, di fatto, ha anche aperto una seconda via per qualificarsi all’Europa League. La prima, quella più facile e più redditizia, era già nota e si basa sulla conquista della coppa di Russia (mercoledì è prevista la gara d’andata con l’Ural, chi vince va in finale), ma adesso l’Arsenal può pensare di arrivarci anche attraverso il campionato. Il sesto posto è alla portata e, in caso di successo della Lokomotiv nell’altra competizione locale garantirebbe quantomeno il secondo turno preliminare di Europa League, mentre il quinto sembra ancora distante, sebbene lo Spartak stia arrancando e ci sia ancora lo scontro diretto da giocare a Tula, che coinciderà con il ritorno di Oleg Kononov.

Il tecnico bielorusso è passato ai moscoviti a novembre, dopo aver iniziato la stagione proprio con l’Arsenal. I suoi dettami sono stati ben chiari fin dalle prime uscite, con una mentalità sempre votata all’attacco e al gioco offensivo. Non è un caso che a Tula in autunno si siano viste vagonate di gol, in controtendenza con il resto del movimento russo. Nelle ultime dieci partite prima della sosta l’Arsenal ha raccolto soltanto dodici punti, segnando ben sedici reti ma subendone addirittura diciannove. Cherevchenko, insediatosi durante questa striscia, ha aspettato il ritiro per metterci del suo: non ha snaturato la vocazione offensiva imposta dal suo predecessore, ha però cercato di conferire maggiore stabilità al proprio schieramento durante l’arco dei novanta minuti. E nel 2019, in quattro partite, sono arrivati dieci punti, cinque reti segnate e zero subite. Un cambio di marcia netto, di buon auspicio in vista della grande occasione che si presenterà in coppa di Russia.

L’unica incognita riguarda il futuro. Gran parte dell’ossatura della squadra è formata da giocatori in prestito, il cui riscatto, al momento, sembra tutt’altro che scontato. Molto, evidentemente, dipenderà dalla qualificazione all’Europa League. Tula, città nota per i propri samovari (manufatti che possono essere impropriamente categorizzati come teiere decorate), aspetta con ansia di accogliere una terza competizione, ergendo il suo nome anche all’estero.

KRYLYA SOVETOV SAMARA-ARSENAL TULA 0-1

KRYLYA SOVETOV: Ryzhikov, Denisov (15’ st Jakovlev), Burlak, Zotov, Rochel, Shishkin, Ananidze (29’ st Tkachuk), Timofeev, Samedov, Kanunnikov, Kornilenko (28’ st Shejdaev). (Konyukov, Ovsyannikov, Polujakhtov, Karpov, Kiselev, Zinkovskij, Vucicevic). All. Bozovic.

ARSENAL: Levashov (24’ pt Nigmatullin), Khagush, Beljaev, Grigalava, Mohammed, Kombarov, Tkachev (41’ st Berkhamov), Gorbatenko, Mirzov, Bakaev, Djordjevic). (Shamov, Volodko, Alvarez, Kone, Lesovoj, Kostadinov, Kangwa, Ozhegovic, Adzhoev). All. Cherevchenko.

Arbitro Aleksej Matjutin di Mosca

Rete: 21’ st Djordjevic

Ammoniti: Djordjevic, Khaghush, Kombarov, Kornilenko, Burlak, Tkachev, Gorbatenko, Shishkin, Samedov, Nigmatullin.

Note: 12297 spettatori

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...